Facebook Twitter YouTube
Riduci caratteriDimensione di defaultIngrandisci i caratteri
Notizia

Il 27 novembre scorso il tavolo permanente della disabilità* ha presentato due guide sui servizi del territorio – pubblici e del privato sociale- che si rivolgono alla disabilità.

di Redazione VolontariaMO

Le guide nascono da un bisogno emerso nell’ambito del percorso che il tavolo ha intrapreso nel 2016 per lavorare sui percorsi di autonomia per le persone con disabilità nella fascia d’età compresa tra i 16 e i 35 anni.

L’dea che si pone alla base di questi percorsi è quella di creare le condizioni necessarie affinché famiglie, servizi e comunità lavorino in sinergia per mettere in grado le persone con disabilità di raggiungere il grado massimo di autonomia possibile rispetto alla loro disabilità.

Nell’arco del 2016 è stato fatto un precorso di analisi del contesto e dei bisogni per capire

  • Progetti di autonomia già in essere sul territorio
  • Quali sono i bisogni reali rispetto al tema dell’autonomia

Per farlo si sono realizzati dei focus group con famigliari, operatori, volontari e persone con disabilità.

Sono stati coinvolti tutti questi soggetti perché l’autonomia di una persona si costruisce all’interno di un contesto sociale e culturale, all’interno di una comunità.

Dalle priorità individuata sono state individuate delle famiglie di priorità:

  • Relazione- socialità:
  • Cultura:
  • Famiglia:
  • Valori:
  • Servizi in rete: Una forte esigenza emersa dagli operatori è quella di poter realmente relazionarsi e lavorare sinergicamente per creare delle risposte adeguate sul territorio. Per fare questo è emerso il bisogno di maggiore scambio e condivisione delle informazioni, anche in merito alle possibilità che il territorio mette a disposizione rispetto alla disabilità. Il tavolo della disabilità aveva già creato in passato una guida in questo senso ad uso degli operatori. La guida quindi siamo partiti da qui per dare uno strumento concreto ad uso degli operatori per aumentare lo scambio di informazioni. Raccogliendo le sollecitazioni dei famigliari abbiamo lavorato alla creazione di una nuova guida anche per loro per avere maggiori informazioni

Il senso delle guide:

In queste guide abbiamo cercato di riunire tutte le risorse ad “uso e consumo” di chi con la disabilità vive tutti i giorni; abbiamo cercato di creare uno strumento che possa essere un aiuto alla costruzione della salute della Persona così come intesa dalla O.M.S.: la salute è "uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o infermità, è un diritto umano fondamentale". (Alma Alta, URSS, 6-12 settembre 1978).

Nella "Conferenza Internazionale sulla promozione della salute" (Ottawa, Ontario, Canada, 17-21 novembre 1986) si ribadisce che...

... La promozione della salute è il processo che mette in grado le persone di aumentare il controllo sulla propria salute e migliorarla […] Le persone non possono raggiungere il loro pieno potenziale di salute se non c’è un ambiente favorevole, disponibilità di informazioni, abilità personali e opportunità che consentono di fare scelte sane […] Le persone di ogni ceto sociale sono coinvolte come individui, famiglie e comunità. […]

Dove poter trovare queste guide: 

La guida per i famigliari:

  •  E' scaricabile cliccando qui
  • Potrà essere richiesta alle associazioni di volontariato aderenti al tavolo
  • Potrà essere richiesta al centro servizi volontariato vignola@volontariamo.it

La guida per gli operatori:

  • Potrà essere richiesta agli operatori dei servizi che partecipano al tavolo della disabilità
  • Potrà essere richiesta al centro servizi volontariato vignola@volontariamo.it

 

*Il tavolo della Disabilità è un tavolo di lavoro misto che si compone di operatori dell’Unione Terre dei Castelli, dell’Asp , dell’Asl , del Csv , delle associazioni e di famigliari. Il tavolo nato nel 2010 lavora per: Per permettere la conoscenza reciproca tra servizi, volontari e famigliari che quotidianamente devono rapportarsi con fragilità, disabilità e non autosufficienza; Costruire delle risposte più complete che contribuiscono al reale benessere della persona disabile; Realizzare progetti concreti sui bisogni del territorio; Innescare un cambiamento culturale che mostri la disabilità non solo come problema, ma anche come risorsa. Tutti possono contribuire concretamente al proprio benessere, basta solo metterli in grado di poterlo fare.

 


 
VolontariaMO è lo strumento informativo di:
"
Accedi ai servizi

Sostieni un progetto
 
Agenda