Facebook Twitter YouTube
Riduci caratteriDimensione di defaultIngrandisci i caratteri
Notizia

Stefania Pedroni, modenese, di Zocca e consigliere nazionale UILDM, nell’incontro della Direzione nazionale che si è svolto sabato 2 dicembre a Milano è stata nominata vice presidente nazionale dell’Associazione.

di Redazione VolontariaMO

Stefania vive a Zocca in provincia di Modena e lavora come psicologa con specializzazione in psicoterapia cognitivo comportamentale. È socia della Sezione UILDM di Modena, della quale è stata anche vice presidente.   

«Sono entrata in UILDM - racconta - perché cercavo informazioni e ho trovato una famiglia, una seconda famiglia. Per me famiglia significa sostegno e condivisione, dei miei vissuti e di quelli degli altri membri UILDM, attraverso cui cerchiamo di risolvere i problemi quotidiani della vita di tutti noi».

È una giovane donna piena di vita, di entusiasmo e di passioni. In UILDM ha portato i suoi interessi e le sue competenze professionali, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo degli aspetti psicologici relativi all’ambito delle malattie neuromuscolari e della disabilità.

All’indomani della nomina dichiara: «Per me è sicuramente un grande onore accettare l’incarico di vice presidente nazionale e mi rendo conto della responsabilità che questo comporta. Ringrazio Luigi Querini che mi ha preceduta in questo incarico. Cercherò di fare del mio meglio per contribuire a diffondere, sviluppare e raccontare i valori di UILDM, che sono un punto di riferimento importante per i nostri soci e per tutti quelli che, come me, convivono con una malattia neuromuscolare.        
Essere donna in un’associazione di volontariato mi dà la possibilità di portare la mia sensibilità per il mondo della disabilità al femminile, l’attenzione e una visione delle cose che possa essere un contributo al lavoro che UILDM svolge ogni giorno».

UILDM è un'organizzazione nata nel 1961 con due scopi specifici: sostenere la ricerca scientifica e l'informazione sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari e promuovere l'inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l'abbattimento di ogni tipo di barriera. Ha una presenza capillare sul territorio e svolge un importante lavoro in ambito sociale e di assistenza medico-riabilitativa ad ampio raggio, gestendo anche centri ambulatoriali di riabilitazione, prevenzione e ricerca, in stretta collaborazione con le strutture universitarie e socio-sanitarie di base.


 
VolontariaMO è lo strumento informativo di:
"
Accedi ai servizi

Sostieni un progetto
 
Agenda